Warning: preg_match(): Unknown modifier '2' in /web/htdocs/www.comprensivopiazza.it/home/nuovo/includes/counter.php on line 48

Il progetto è stato segnalato da ...

Percorso: Indice/Progetto/Che cosa è la CEL?
Che cosa è la CEL?
Letture: 1924

La Comunità Educativa Locale (CEL)

La quarta gamba dell'Istituto

 

Chi siamo?

L'Istituto Comprensivo di Piazza al Serchio è in provincia di Lucca, più precisamente  nella testata della valle del Serchio. L'istituto si estende sui territori montani dei comuni di Piazza al Serchio, Minucciano, Giuncugnano, e Sillano per complessivi 5968 abitanti al 31 dicembre 2010. 
L'istituto lavora da circa dieci anni all'innovazione didattica ed ha elaborato insieme agli esperti e ad altri istituti scolastici delle province di Massa, Lucca, Pisa, e Pistoia, il progetto Galileo for Education, che è ormai una pratica consolidata nei vari Istituti.  La presente iniziativa nasce in questo contesto e, nelle sue linee essenziali, era stata già pensata all'inizio del progetto  stesso.
 
Cosa vogliamo?
creare una reale continuità orizzontale dei processi educativi
coinvolgere più direttamente i genitori e il territorio nella definizione degli obbiettivi formativi, attraverso reali forme di gestione delle scelte
coinvolgere più direttamente i genitori e il personale scolastico nelle problematiche di gestione dei plessi
favorire una “riappropriazione” della scuola pubblica da parte della collettività locale
favorire forme di “rifondazione” della scuola che partano dal basso
rendere la scuola e le sue strutture più fruibili dal territorio
 
In cosa consiste l'azione?
Risponde alle esigenze di gestione delle piccole scuole, di continuità educativa orizzontale, di valorizzazione della scuola come risorsa del territorio, …; può essere attivata in qualsiasi posto, in particolare nelle zone di montagna.
E' formata dai docenti, genitori, collaboratori scolastici, associazioni, cittadini che vivono intorno ad una scuola o a più scuole dello stesso paese; è integrata con il dirigente scolastico (o delegato) il presidente del consiglio di istituto (o delegato) il rappresentante del sindaco (o delegato).
La CEL (Comunità Educativa Locale) nasce come un'organizzazione comunitaria di base per la gestione dei nostri plessi scolastici (in particolare quelli della montagna), nel rispetto della normativa, sulla base delle risorse disponibili e attivabili, dell'autonomia didattica del collegio dei docenti e delle decisioni del consiglio di Istituto.
Insomma è il gruppo che può “gestire” complessivamente i singoli plessi scolastici: può proporre con autorità l'orario, i temi, il funzionamento, l'utilizzo delle strutture anche per il territorio… Il suo potere decisionale, ampio, è sottoposto ovviamente alla ratifica da parte del Consiglio di istituto e/o dell'Amministrazione comunale. La presenza, tuttavia, nel gruppo, di un rappresentante dell'Istituto e di uno del Comune garantiscono che le decisione vengano prese in coerenza con la normativa e le possibilità presenti, e quindi abbiano grandi probabilità di essere approvate definitivamente. Un nuovo modo cioè di “governare” la scuola nel territorio e con il territorio.
Un organismo quindi non puramente consultivo, ma dotato di un potere reale, che cerca di dare una risposta concreta alle necessità della scuola e della cultura in territori montani come i nostri, un quarto organo di gestione della scuola, dopo il consiglio di istituto, il collegio dei docenti e i consigli di classe o di sezione.
 
Come sono organizzate?
E' formata dai genitori, docenti, collaboratori scolastici, associazioni, cittadini che hanno deciso di farne parte liberamente; è integrata con il dirigente scolastico (o delegato) il presidente del consiglio di istituto (o delegato) il rappresentante del sindaco (o delegato). Dura in carica un anno. Viene riconosciuta dal Consiglio di Istituto con delibera ufficiale. Ha uno statuto e si dà annualmente degli obiettivi di lavoro.
Le modificeh al Regolamento istituto e lo statuto CEL sono scaricabili anche da http://www.comprensivopiazza.it/cel 
I progetti, gli argomenti, gli obiettivi sono approvati dalla CEL (e poi dal consiglio di istituto), i progetti didattici vengono elaborati in autonomia dai docenti.
 
Quali rapporti ha con il territorio?
La CEL è il territorio che si unisce intorno alla scuola e insieme a questa lavora per l'educazione della collettività. Pensa alle giovani generazioni, ma può utilizzare gli spazi e le attrezzature della scuola per attività collettive del territorio.
 
Quali i risultati fino ad oggi?
Si sono formate quattro CEL. Due intorno ai presidi montani di scuola dell'infanzia e primaria. Una intorno ad una scuole dell'infanzia ed una intorno al complesso scolastico del capoluogo di Piazza al Serchio con infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
La CEL di Gramolazzo si è impegnata nella gestione di un corso di lingua inglese per i bambini dell'infanzia insieme ai docenti della scuola secondaria e con la consulenza del prof.Braccini dell'Università di Pisa. Nel corso dell'anno 2011-2012 ha messo a fuoco di verse iniziative ceh sono in corso di progettazione.
La CEL di Pieve san Lorenzo ha lavorato ad un analogo corso che prevede anche il coinvolgimento della scuola primaria. Lavora poi ad organizzare attività di "buona educazione" e di conoscenza del territorio. E' sempre presente la consulenza degli esperti di riferimento dell'Istituto. Nell'anno 2011-2012 si stanno progettando inreventi di educazione musicale su un percorso verticale.
Le CEL di Magliano e di Piazza al Serchio hanno lavorato ad un progetto di educazione alimentare, alla preaccoglienza degli alunni dell'infanzia, ed ora stanno seguendo un corso di formazione su  "Le nuove generazioni: bisogni, desideri, sogni, progetti di vita - contributi della famiglia, della scuola, dei contesti".
I progetti, gli argomenti, gli obiettivi sono approvati dalla CEL, i progetti vengono elaborati in autonomia dai docenti. L'approvazione finale spetta al consiglio di Istituto.
 
APContent ©