Warning: preg_match(): Unknown modifier '2' in /web/htdocs/www.comprensivopiazza.it/home/nuovo/includes/counter.php on line 48
Percorso: Indice/Progetto Laboratori/Monitoraggio secondo anno
Monitoraggio secondo anno
Letture: 2920

 

  1. Organizzazione e metodo di lavoro del gruppo

Anche per il 2011-2012 abbiamo continuato sull'esempio dello scorso anno sulla base dell'approvazione che ci ha dato nel suo primo incontro la prof.ssa Dentella.

Abbiamo costituito un gruppo stabile di insegnanti che hanno scelto di operare proponendo i contenuti delle scienze in forma prevalentemente laboratoriale. Il gruppo è stato costantemente coadiuvato dall’insegnante coordinatore responsabile Prof.ssa G. Grandini e in alcuni momenti ha avuto la consulenza del prof. Araldo Caproni insegnante di scienze (A060) del liceo scientifico di Castelnuovo Garfagnana in pensione da due anni.

Poiché il gruppo è costituito da insegnanti dei tre ordini di scuola, quest’anno abbiamo deciso di intraprendere un percorso verticale e studiare in continuità il curricolo di scienze già pubblicato nel libro I curricula del metodo Galileo.

Abbiamo scelto un contenuto ( in generale lo studio delle piante, in particolare le erbe aromatiche) che potesse essere trattato a più livelli e abbiamo cercato di strutturare un percorso che avesse come filo conduttore la didattica laboratoriale condotta con la

Le attività sono state documentate attraverso presentazioni multimediali che hanno tentato di descrivere anche il percorso. Le insegnanti hanno utilizzato diversi strumenti. Abbiamo prodotto un semplice diario di bordo (che già usavamo per la documentazione del piccolo gruppo) e spesso le attività venivano registrate.

Abbiamo messo a disposizione il laboratorio scientifico della scuola secondaria di primo grado per condurre esperienze che prevedevano l’uso di materiali specifici. Quando non era possibile spostare i ragazzi (i nostri 12 plessi sono distribuiti su 4 comuni) abbiamo spostato il laboratorio nei plessi. L’insegnate referente si è resa disponibile per coadiuvare le insegnanti nella progettazione delle attività e in alcuni casi lei stessa ha condotto con le insegnati le esperienze da proporre.

Abbiamo deciso di incontrarci collegialmente abbastanza spesso (una volta ogni due mesi) per l’analisi e la valutazione del lavoro svolto, condividere le scelte e le metodologie e riprogrammare gli interventi successivi.

Questi incontri hanno permesso un’azione continua di ricerca-azione e hanno favorito il processo di formazione e autoformazione del gruppo sotto la guida del docente referente o dell’esperto individuato.

2. Risorse, materiali, attrezzature

Abbiamo migliorato la strumentazione del laboratorio scientifico della scuola secondaria di primo grado e alcuni plessi si sono attrezzati con un minimo di materiali per essere autonomi a fare la maggioranza delle esperienze progettate. Due plessi hanno acquistato due microscopi ottici di media qualità.

  1. Descrizione delle attività e scelte metodologiche

Durante la fase di ricerca azione svoltasi nel primo anno erano emerse alcune problematiche che gli insegnanti desideravano affrontare, in particolare:

• la necessità (soprattutto della scuola del’infanzia e della scuola primaria) di avere una formazione specifica sull’epistemologia delle scienze per evitare di fare errori e/o fornire informazioni o concetti sbagliati agli alunni

• la necessità di diventare autonome (almeno per la realizzazione di semplici esperienze) nella conduzione delle attività di laboratorio.

Da ottobre abbiamo attivato un percorso di formazione condotto da un esperto esterno il prof. Araldo Caproni.

Abbiamo concordato con l’esperto i seguenti temi:

• Il laboratorio scientifico: conoscenza e uso della strumentazione e dei materiali presenti

• Microscopia

• Conduzioni di semplici esperimenti sulle trasformazioni chimiche e fisiche con l’utilizzo di strumentazione specifica e/o con materiali poveri.

Gli insegnanti sono stati divisi in piccoli gruppi di lavoro (infanzia-primo triennio scuola primaria e secondo biennio scuola primaria-scuola secondaria di primo grado)

La formazione si é svolta nel mese di ottobre in modo che gli insegnanti potessero essere operativi con gli alunni già nei primi mesi di scuola.

Con questo percorso di formazione abbiamo voluto costituire un gruppo di docenti stabile che possa in futuro diventare una risorsa anche per gli altri insegnanti dell’istituto e coadiuvarli nella didattica di laboratorio.

I docenti hanno sentito il bisogno di essere accompagnati anche da una formazione sul tema delle competenze delle scienze: nella valle era già attivo il master di formazione in modalità blended “Assicurare il successo formativo e il ben essere a scuola”, che coinvolgeva molti istituti della Valle del Serchio.. Per l’occasione abbiamo aperto una sezione “competenze” sul sito dedicato http://www.galileoeducational.net/wecare/login/index.php. Per le discipline scientifiche sono stati tenuti un paio di seminari aperti anche agli insegnanti della valle che erano interessati ai temi trattati. I video delle lezioni e alcuni materiali di approfondimento sono presenti sul sito e consultabili da parte degli insegnanti.

Per i questo anno scolastico sarà possibile proseguire il lavoro continuato lo scorso anno attraverso seminari i seminari teorici in presenza e l’azione di feedback attraverso la piattaforma e-learning.

Abbiamo iniziato ( come detto precedentemente) con l’anno scolastico scorso una revisione del nostro curricolo di scienze (anche per armonizzarlo quest’anno con le nuove indicazioni Nazionali appena uscite) già pubblicato nel libro: I “CURRICULA” DEL METODO GALILEO: le tappe essenziali per un apprendimento coronato dal successo dalla scuola dell'infanzia al termine del primo ciclo d'istruzione a cura di di J. Bickel e G. Grandini

Nella scuola dell’infanzia sono state realizzate

• attività di laboratorio sui temi diversi a seconda delle scelte degli insegnanti: osservazione e classificazione di oggetti raccolti nel territorio: In particolare si è lavorato con le foglie o i frutti.

• Laboratori di educazione ambientale per conoscere l’ambiente del nostro territorio (il bosco la castagna) con escursioni all’esterno ed esperienze in classe (attività di piccolo gruppo) e nel laboratorio dell’Istituto sotto la guida di docenti esperte.

Nella scuola primaria sono state realizzate

• percorsi di educazione ambientale in particolare legati ai cambiamenti climatici (anche con esperti esterni forniti dal progetto INFEA ) che prevedevano attività in classe, attività all’esterno e attività nel laboratorio scientifico dell’istituto.

• Semplici esperienze integrate nella didattica ordinaria condotte nel laboratorio scientifico della scuola. Le attività sono state concordate con gli insegnanti “esperti” della scuola secondaria di primo grado (In particolare sono state eseguite esperienze legate allo studio del regno vegetale.

Nello studio di alcune strutture si è provato a introdurre l’uso della microscopia ottica per abituare i bambini a passare dal macroscopico al microscopico

Alcune attività sono state condotte dagli alunni della scuola secondaria di primo grado che hanno fatto da tutor ai colleghi più piccoli.

Nei plessi più lontani che avevano difficoltà di trasporti per raggiungere il laboratorio dell’istituto ubicato presso la scuola secondaria di Piazza al Serchio sono stati trasportati in loco i materiali necessari per la conduzione delle esperienze. In particolare nei plessi di Pieve San Lorenzo e Gorfigliano. Quando le insegnanti avevano problemi di gestione autonoma del laboratorio sono stati coadiuvati da insegnanti più esperti della scuola secondaria di primo grado.

Nella scuola secondaria di primo grado il lavoro degli insegnanti si è svolto prevalentemente nel laboratorio scientifico.

Tutta la programmazione di scienze è stata condotta partendo dall’attività laboratoriale per arrivare poi ai concetti e alle leggi.

Per preparare le relazioni sono stati usati gli appunti presi durante l’attività di laboratorio e la rete come una sorta di libro di testo da cui selezionare informazioni per poi organizzarle in un testo argomentativo integrato con l’attività pratica svolta in laboratorio.

Si è cercato i particolare di seguire la seguente metodologia:

• Progettazione e realizzazione di esperimenti scientifici basati sull’osservazione diretta

• Consultazione di banche dati su Internet

• Uso di test on line, per la verifica in tempo reale degli obiettivi raggiunti da ogni singolo alunno o gruppi di alunni impegnati in lavori diversificati.

• Disseminazione dell’esperienza attraverso la realizzazione di relazioni in formato ppt, Cd di documentazione. I prodotti saranno pubblicati sulla piattaforma moodle http://www.e-didattica.net/ gestita dagli insegnanti dell’istituto.

APContent ©

Login





Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Progetto

· Progetto iniziale
· Primo monitoraggio
· Monitoraggio secondo anno

Documentazione

· Il curricolo dell'Istituto prima della attivitą

Prodotti

· Documentazione Infanzia
· Scuola Primaria
· Scuola Secondaria di primo grado

Erbari

· Erbario

Video

Acqua e zucchero 2
Acqua e zucchero 2
Vai alla Galleria Video

Last Video

Caraffe grandi
Caraffe grandi
Acqua e carta colorata 2
Acqua e carta colorata 2
Acqua e carta colorata 1
Acqua e carta colorata 1